La Giunta comunale di Venezia ha presentato il suo Piano d’azione dell’energia sostenibile (Seap), redatto nell’ambito delle attività previste dopo l’adesione al Patto dei Sindaci. Il Seap punta, entro il 2020, a tagliare le emissioni di gas serra di oltre il 20% rispetto ai livelli del 2005, attraverso interventi su edilizia, illuminazione pubblica, trasporti pubblici, etc.

In particolare, l’amministrazione della città lagunare di impegnerà su diversi fronti: fonti rinnovabili, efficienza energetica, pianificazione urbanistica e in particolare mobilità sostenibile, l’ambito su cui il Comune conta di riuscire a realizzare gli interventi più significativi. Il risultato finale, da raggiungere nel 2020, dovrebbe essere un taglio del 22,9% delle emissioni di COcittadine rispetto al dato registrato nel 2005, che era di 1.494.744 tonnellate all’anno.

Ora il piano dovrà essere discusso dalla X Commissione consiliare Ambiente, per ottenere poi la definitiva approvazione da parte del Consiglio comunale.