Aumenta l’uso del bike sharing nelle metropoli americane. A New York, ad esempio, il progetto “Citibikes” è sbarcato solo un mese fa ed i membri sono 54.000 e da giugno sono stati venduti altri 75.000 “passaggi giornalieri”. Il successo ha superato le aspettative, tanto che a Grand Central station e Times Square a Manhattan, punti nevralgici, i parcheggi sono spesso vuoti.

Per quanto riguarda le altre città in cui il bike sharing è già una realtà consolidata, basta pensare che a Boston, prima città in cui il programma è stato lanciato, il parco bici disponibile è stato aumentato di un terzo quest’anno, mentre Washington Dc ha quasi raddoppiato il numero di biciclette.

Restano ancora senza un servizio di bike sharing le città di Chicago, San Francisco, Portland in Oregon e Philadelphia che però si stanno attrezzando per offrirlo ai propri cittadini entro il 2014.