Con un regolamento approvato con 591 voti a favore, 47 contrari e 32 astensioni, il Parlamento Europeo prevede che le navi del Vecchio Continente vengano smantellate solo in strutture ”certificate”, incluse in una lista Ue.

Il testo disciplina anche in merito alle imbarcazioni extra Ue. Queste ultime, infatti, quando attraccheranno in un porto europeo dovranno fornire l’inventario dei materiali pericolosi che contengono.

L’entrata in vigore del regolamento è prevista per l’inizio del 2014, mentre la sua applicazione alle navi è prevista al massimo cinque anni dopo, l’anno successivo per le strutture di riciclo.

Sarà compito dei singoli Stati membri dell’Ue determinare le sanzioni in merito.