Pubblicata nella Gazzetta dell’Unione europea la nuova Direttiva che obbliga gli Stati membri, a partire dal 2014, ad avviare piani di riqualificazione energetica degli edifici pubblici. Previsti anche nuovi impegni in materia di riduzione dei consumi energetici.

Secondo la nuova normativa, in particolare, i governi nazionali dovranno individuare, entro il prossimo aprile, il proprio obiettivo in materia di efficienza energetica, sottoponendolo successivamente all’approvazione di Bruxelles.

Per quanto riguarda invece l’edilizia pubblica, gli stati membri dovranno avviare un programma generale di miglioramento della classe energetica, tale da riqualificare almeno il 3% degli immobili all’anno. Non solo. La nuova direttiva obbliga anche a promuovere gli acquisti verdi nelle pubbliche amministrazioni e a favorire l’informazione e la sensibilizzazione dei cittadini a proposito di efficienza energetica.

Previsti infine incentivi per la diffusione di tecnologie sostenibili, come il teleriscaldamento, i contatori intelligenti e i sistemi di contabilizzazione del calore domestico. Sta per iniziare la nuova era dell’edilizia ad alta efficienza?