Il Parlamento europeo ha deciso di destinare 6 miliardi di incentivi alla ricerca e sviluppo nel settore delle fonti rinnovabili. Il finanziamento rappresenta il 75% del totale delle risorse a disposizione per il comparto energetico e servirà anche a sostenere la ricerca nel campo dell’efficienza.

Oltre a puntare alla crescita tecnologica del settore, i fondi serviranno per promuovere l’efficienza energetica negli stati dell’Ue e favorire la creazione delle cosiddette smart grid, le reti elettriche intelligenti.

Il finanziamento è stato approvato nell’ambito di Horizon 2020, il programma comunitario per il sostegno alla ricerca e all’innovazione. L’obiettivo principale del piano è quello di fare in modo che entro il 2020 le fonti rinnovabili incidano su PIL comunitario per almeno il 3%. I fondi previsti nell’ambito del programma Horizon 2020 andranno ad aggiungersi agli incentivi già previsti dal Programma europeo per l’energia intelligente, che destina il 15% delle risorse totali proprio a energie rinnovabili ed efficienza.