Il nuovo regolamento comunale per l’assegnazione e la gestione degli orti urbani è stato approvato dal Consiglio comunale della città di Torino. Gli appezzamenti di terreno saranno assegnati con un bando circoscrizionale, che partirà il prossimo autunno. La superficie degli appezzamenti non dovrà essere inferiore a 50 mq né superiore a 100 mq.

Gli orti saranno affidati principalmente a persone con reddito ISEE inferiore ai 15mila Euro. Il 20 per cento del totale saranno dei veri laboratori di studio a cielo aperto, rivolti ai ragazzi delle scuole e a persone svantaggiate.

Il canone annuo per gli orti varia dai 50 euro per gli orti sociali, ai 100 per i terreni coltivati da più persone. I terreni dovranno essere coltivati biologicamente, con il divieto di concimi chimici e prodotti inquinanti.