L’inquinamento acustico è uno dei problemi che affliggono le grandi città. Parigi non è esente da questo fenomeno e, per questo motivo, la capitale francese ha deciso di prendere delle contromisure.
Secondo un recente studio, 11% dei cittadini parigini, circa 231.000 persone, sono esposti a livelli sonori superiori a una media quotidiana di 68 decibel, che possono nuocere alla salute. Tale fenomeno colpisce anche 112 scuole, 11 asili nido e 20 istituti sanitari.

Parigi ha deciso quindi di votare un piano anti-rumore per il periodo 2015-2020. 34 le misure previste. La priorità è la riduzione dell’inquinamento acustico sul Boulevard Peripherique, il grande raccordo anulare di Parigi, dove sono già cominciati i lavori per posare un asfalto in grado di assorbire maggiormente il rumore.

Nel piano anche una campagna di sensibilizzazione sull’inquinamento acustico, rivolta in special modo a moto e scooter. Ai mezzi d’urgenza (pompieri, poliziotti, ambulanze) verrà chiesto di usare la sirena “in modo più moderato possibile”.