CONAI (Consorzio Nazionale Imballaggi) ha presentato uno studio sulla fattibilità dell’estensione della raccolta differenziata nella città di Parma.

Le soluzioni tecniche presentate permetterebbero, secondo gli esperti, di raggiungere l’obiettivo del 72% a fronte dell’attuale 50% e di migliorare anche la qualità dei rifiuti raccolti. Tra le ipotesi di sviluppo proposte anche l’allargamento del modello sperimentato nella zona monumentale alle altre zone della città.

Una volta completato il percorso di consegna delle dotazioni famigliari e condominiali sarà possibile avviare un sistema di tariffazione puntuale che consentirà di misurare il rifiuto residuo realmente prodotto dalle singole utenze domestiche e non domestiche, facendo pagare la tariffa in modo più equo.

Tutto lo studio del CONAI è consultabile qui.