La Provincia di Parma ha messo a disposizione delle imprese agricole del territorio oltre 650.000 euro di incentivi per la promozione delle agroenergie rinnovabili. A godere dei contributi saranno gli impianti a pellets, a cippato e a biomassa vegetale, ma anche microimpianti eolici e pannelli solari.

Oltre che promuovere la realizzazione di interventi per la costruzione di impianti per la produzione e alla distribuzione di agroenergie, il bando punta a migliorare le condizionai economiche degli imprenditori agricoli. Ecco, nel dettaglio, l’elenco degli interventi per i quali è possibile richiedere il contributo: impianti per la produzione, utilizzazione e vendita di energia e calore di potenza massima di 1 MW, come, centrali termiche con caldaie alimentate prevalentemente a cippato o a pellets; microimpianti per la produzione di biogas dai quali ricavare energia termica e/o elettrica (compresa cogenerazione); microimpianti per la produzione di pellets e oli combustibili da materiale vegetale; microimpianti per la produzione di energia eolica; microimpianti per la produzione di energia solare; microimpianti per la produzione di energia idrica (piccoli salti); impianti combinati per la produzione di energia da fonti rinnovabili; piccole reti per la distribuzione dell’energia a servizio delle centrali o dei microimpianti realizzati nell’ambito della stessa azione 3.

Il contributo concesso è pari al 50% della spesa sostenuta per realizzare l’intervento. Le domande di finanziamento devono essere presentate nel periodo compreso tra il 25 gennaio 2013 ed il 29 marzo 2013.

Il testo del bando è disponibile sul sito della Provincia di Parma.