Sono più di 150 le nuove autorità locali che hanno presentato all’Unione europea i propri Piani d’azione per l’energia sostenibile (Seap), redatti nell’ambito dell’adesione al Patto dei Sindaci, l’iniziativa comunitaria che riunisce le amministrazioni cittadine impegnate nella lotta al cambiamento climatico.

Tra loro anche numerose città italiane grandi e piccole: Ancona, Arenzano, Ascoli Piceno, Camogli, Campo Ligure, Campomorone, Carpi, Casarza Ligure, Castelvetro, Civitanova Marche, Cogoleto, Davagna, Fano, Fabriano, Fermo, Genova (Provincia), Jesi, Lavagna, Leivi, Macerata, Maranello, Masone, Mele, Moneglia, Montoggio, Neirone, Novi di Modena, Pesaro, Recco, Ronco Scrivia, Rossiglione, Riccò, San Benedetto del Tronto, Senigallia, Serra, Sestri Levante, Tiglieto, Torino, Tribogna, Urbino, Uscio, Vignola, Zocca.

Nel complesso, i nuovi Seap illustrati all’Ue permetteranno di generare circa 2.500.000 MWh all’anno di elettricità da fonti di energia rinnovabile e di risparmiare più di 5.300.000 Mwh di energia, pari al consumo annuo di oltre 130.000 cittadini europei.