A Pechino il biglietto della metro si paga con le bottiglie vuote, è un modo per ottimizzare il riciclo e l’attenzione all’ambiente, con un occhio di riguardo al trasporto sostenibile. A darne notizia è il sito In a Bottle.

Grazie all’operazione che è stata chiamata “reverse vending”, nella linea 10 della metropolitana di Pechino, a fianco delle tradizionali biglietterie automatiche che restano, sono stati collocati un centinaio di cosiddetti “cassonetti intelligenti”. Inserendo le bottiglie di plastica vuote nei cassonetti si ricarica una tessera magnetica da usare sui mezzi pubblici.

Ogni bottiglia in PET inserita ricarica la scheda di 7 centesimi di yuan di credito, servono più o meno quindici bottiglie per poter acquistare un biglietto. Se l’iniziativa avrà successo il progetto sarà allargato anche alle fermate degli autobus e ai quartieri residenziali della città.