La Giunta regionale lombarda ha adottato il Pria, il piano regionale degli interventi per la qualità dell’aria. Entro il 2020, la Regione prevede di ridurre le emissioni di polveri sottili (pm10) del 41%, degli ossidi di azoto (no2) del 49%, dei composti organici volatili (cov) del 20% e dell’ammoniaca (nh3) del 16%.

Per la realizzazione del piano la Regione investirà oltre 2 miliardi di euro in 8 anni. Tra gli interventi previsti c’è anche l’estensione della cosiddetta “area critica”, dove i mezzi euro 0 non possono circolare. Entro il 2020, l’area passerà dai 209 attuali a 570 Comuni lombardi.

La Regione prevede, inoltre, di estendere il divieto di transito nei 209 Comuni attuali anche ai mezzi euro 3 diesel entro il 2016, impegnandosi a esentare dal pagamento del bollo auto chi sostituisce quel tipo di mezzo ritenuto inquinante con uno nuovo.