L’esperimento si farà a Perugia in un edificio dell’Ater, l’Azienda Territoriale per l’Edilizia Residenziale, dove piante ed installazioni vegetali diventeranno parte integrante della struttura, e serviranno a ”captare” l’anidride carbonica, fare ombra e migliorare le prestazioni termo energetiche.

L’istallazione nasce grazie ad un progetto dell’Unione Europea, ”A Green Culture: Active Green Design and Urban Culture”, all’interno del Programma ”Life Plus”. Al progetto partecipa la Regione Umbria insieme all”’Arssa” Calabria, Agenzia Regionale per lo Sviluppo e i Servizi in Agricoltura, e la Fondazione ”Edmund Mach” di Trento.

L’idea è quella di creare una sinergia tra l’ambiente urbano e benessere dell’individuo e tra il modo di vivere in città e la tutela dell’ambiente, gettando le basi per modificare il modo di progettare la città.

L’installazione consisterà in un telaio orientabile, che consentirà lo studio dei sistemi arborei al variare dell’esposizione e che sarà equipaggiato con sensori termoenergetici, ambientali e meteorologici.