L’Arpav ha presentato i dati sulla raccolta differenziata dei comuni della regione Veneto.

Per calcolare le percentuali di raccolta differenziata raggiunte è stato fatto ricorso al metodo elaborato dall’Osservatorio regionale sui rifiuti di Arpav, utilizzato di solito per calcolare eventuali penalizzazioni tariffarie a carico degli enti che non raggiungono le percentuali previste dalla legge e dagli strumenti di pianificazione regionale e provinciale.

Sul podio ci sono i comuni della zona orientale della regione, dove si raggiunge l’84% di raccolta differenziata. Sono i comuni di Ceggia, Cinto e Gruaro che si aggiudicano i primi tre posti: non molto bene, invece, per Venezia, dove la raccolta arriva solo al 24%. In questo caso, però, vanno considerate le peculiarità territoriali della città, nonché il flusso turistico, che spinge molto in basso nella classifica il capoluogo veneto.