Il progetto europeo Weeelabex (Weee Laboratory of Excellence, Laboratorio di eccellenza dei Raee) nasce con l’obiettivo di mettere a punto nuovi standard di qualità per la raccolta, il trasporto e il trattamento delle varie tipologie di Raee (rifiuti elettrici ed elettronici), e vuole individuare una modalità strutturata di verifica standard in tutti i Paesi europei.

Weelabex è un progetto co-finanziato dall’UE nell’ambito del programma Life+ ed è stato ideato dal WEEE Forum, in collaborazione con i principali stakeholder della filiera Raee.

Il progetto prevede che degli auditors, formati opportunamente dal Weelabex Organization (WXO), un organismo internazionale no profit, si occupino di verificare l’effettiva applicazione dei nuovi standard agli impianti.

Anche l’Italia si sta muovendo in questa direzione grazie alla collaborazione tra Edocom (Consorzio italiano per il recupero e il riciclaggio di elettrodomestici), che è anche uno dei soci fondatori del WXO, e ERP, Reacycle e Remedia. Grazie a questa collaborazione, è stato avviato un processo di miglioramento della qualità del trattamento dei Raee e di conformità agli standard del progetto Weeelabex.