L’Unione Europea ha premiato il Comune di Salerno per il suo impianto di compostaggio, che è stato considerato uno dei più avanzati in Europa.
A consegnare l’attestazione è stato il Ministro per la Coesione Territoriale Fabrizio Barca.

 

Così l’impianto, realizzato nella zona industriale di Salerno, è entrato nel novero delle buone pratiche d’utilizzo dei fondi comunitari dei programmi Operativi Regionali (POR) FESR 2007-2013 per qualità progettuale, soluzioni tecnologiche adottate, capacità operativa.
L’impianto, che è in grado di far fronte ad una capacità massima di trattamento fino a 40.000 t/anno tra Frazione Organica dei Rifiuti Solidi Urbani e rifiuti di natura ligno-cellulosica è alimentato grazie a moduli fotovoltaici. Uno degli elementi che ha fruttato il riconoscimento, inoltre, è per la presenza di una linea di produzione di energia da biomasse, anche se non ancora in esercizio.