Nel 2015 sono state 41mila le tonnellate di rifiuti tech raccolte in Italia. Lo dice ReMedia, uno dei sistemi collettivi italiani no-profit per la gestione eco-sostenibile dei Raee.

Secondo quanto riportato da ReMedia, i Raee generati dai nuclei familiari raccolti e avviati a un corretto riciclo ammontano a 33.320 tonnellate. A questi si aggiungono i rifiuti prodotti da aziende ed enti pubblici con 4.300 tonnellate, oltre a 3.380 tonnellate di pile e accumulatori.

Nell’ambito dei rifiuti tech domestici, la categoria di tv e monitor cala rispetto all’anno precedente, con 13.526 tonnellate raccolte nel 2015, una tendenza che segue il declino nella sostituzione di vecchi televisori a tubo catodico con quelli a schermo piatto.

La seconda categoria di rifiuti più corposa è quella delle apparecchiature refrigeranti, dai frigoriferi ai condizionatori, con 10.514 tonnellate.