Secondo il Rapporto sull’efficienza energetica pubblicato dall’ENEA, nel 2011 l’Italia è riuscita a risparmiare complessivamente 57.595 Gigawattora di energia, il 17,1% in più rispetto all’anno precedente.

Anche tra il 20120 e il 2009, precisa l’Agenzia, c’è stato un miglioramento, con un incremento dell’efficienza quantificabile in un punto percentuale. Risultati raggiunti soprattutto grazie alla diffusione sempre maggiore di nuove tecnologie in grado di abbattere i consumi, a cominciare dalle caldaie a condensazione e dai sistemi di solar cooling (raffrescamento solare).

Decisivo, inoltre, il contributo dato dal settore industriale grazie al meccanismo dei Certificati bianchi o Titoli di efficienza energetica, una forma di incentivazione che premia le aziende che promuovono il risparmio energetico. Da registrare, infine, un miglioramento nelle tecnologie del comparto trasporti, anche se la crisi economica ha un po’ rallentato il rinnovo del parco veicoli.