Roma fa un passo avanti verso la smart city e decide di farlo portandosi dietro tutte le periferie. Non solo il centro quindi nei piani della Capitale, ma tutti i municipi saranno coinvolti. Le periferie, in questo senso, diventano le nuove centralità.

Tante le iniziative previste per le periferie smart. Ogni municipio, eccetto il Municipio I ossia il centro storico, verrà dotato di una “piazza qualità”. Si tratta di piazze completamente pedonalizzate e pavimentate a san pietrino, dove saranno presenti fontane high-tech dell’Acea, dotate di schermi touchscreen per l’infomobilità e le news dal Comune in tempo reale, porte usb per ricaricare dispostivi elettronici di connessione a internet, rete wi-fi gratuita per navigare in rete.

2000 lampade a Led saranno la dotazione di ogni singolo Municipio per quel che concerne l’illuminazione.

Le periferie saranno, inoltre, al centro del nuovo piano per le strade di grande viabilità.
Smart City è anche libero accesso alla cultura ed agli spazi verdi, e il piano non lascia fuori queste due aree d’intervento e lo fa con il bando “Roma Creativa” e al piano potature 2015.