La Commissione Europea ha pubblicato l’edizione aggiornata al 2012 del rapporto sui progetti di smart grid in Europa.

Il report “Smart Grid projects in Europe: lessons learned and current developments” ha preso in considerazione 281 progetti di smart grid per un investimento totale pari a 1,8 miliardi di euro. Dallo studio è emerso che i principali investitori in progetti dimostrativi sono attualmente Regno Unito, Germania, Francia e Italia, mentre la Danimarca è il paese che investe di più in ricerca e sviluppo.

Il 55% del budget complessivo dei progetti di smart grid censiti dallo studio viene da fondi Ue e da quelli nazionali e regolatori, mentre il 45% è da attribuire ai capitali privati. Per lo più questi progetti riguardano sistemi di controllo per migliorare l’osservabilità e la controllabilità delle reti, infrastrutture per la ricarica e la comunicazione dei veicoli elettrici, architetture Ict distribuite per il coordinamento di risorse energetiche diverse ed utilizzo dello storage come fonte aggiuntiva di flessibilità per le smart grid.