Tag

Eco Scuola

Eco Scuola, un anno ad impatto zero

E’ passato già poco più di un anno dall’inaugurazione dell’eco scuola di Pieve di Coriano, in provincia di Mantova. Cos’ha di speciale questo edificio? Tante cose, è, ad esempio, ecologica, bioclimatica, antisismica.

Questa eco scuola, che può ospitare fino a 60 bambini, è la prima in Italia ad essere stata costruita con la tecnologia KlimaWall, un sistema misto legno-laterizio di pareti portanti per edifici energeticamente autosufficienti.  Il progetto è della della Fondazione Italiana Bioarchitettura.

L’edificio è costato 650 mila euro per una superficie di 540 metri quadrati ed è stato costruito in 5 mesi tramite il ‘contratto di disponibilità’. L’eco scuola  non è collegata alla rete del gas ma solo all’energia elettrica e con un impianto fotovoltaico ed ha consentito un risparmio di circa 7 mila euro annui.

 

Casa di domani

Casa di domani, l’app che aiuta a risparmiare

Casa di domani è l’app realizzata dall’Unione Nazionale Consumatori in collaborazione Leroy Merlin per aiutare i consumatori a realizzare un’abitazione efficiente, in grado di far risparmiare, che produca l’energia necessaria e che ottimizzi i consumi con materiali isolanti.

Casa di domani è già disponibile per smartphone e tablet e scaricabile gratuitamente in App Store e Play Store, e permette all’utente di conoscere tutti quei prodotti che permettano di raggiungere basso consumo a fronte di grandi prestazioni. Parliamo, ad esempio, di lampadine a basso assorbimento, caricatori solari, rubinetti bicomando, ognuno descritto una piccola scheda di riferimento per capire a quale tipo e famiglia appartiene e quali sono le caratteristiche che aiutano a non sprecare.

Casa di domani è anche un supporto per chi ama il fai da te, grazie a tre tool di calcolo per prendere le misure, quantificare il numero di piastrelle o listelli di parquet che servono per il pavimento e, ancora, sapere quanta vernice acquistare per le pareti, escludendo porte e finestre.

Smart Grid

Smart Grid, in dieci anni in USA saranno investiti 3,5 miliardi di dollari

Gli Stati Uniti danno una nuova spinta all’efficienza energetica destinando 3,5 miliardi di dollari alle smart grid. Il Paese vuole, entro i prossimi dieci anni, modernizzare le infrastrutture, migliorare l’efficienza energetica, trovare nuove soluzioni al cambiamento climatico.

Per fare questo, l’amministrazione Obama ha previsto un programma decennale di investimenti nella rete energetica nazionale, che avrà al centro le smart grid. Le risorse verranno gestite dallo US Department of Energy (DoE) per realizzare la cosiddetta grid modernization.

Gli Usa hanno annunciato che, nei prossimi anni, grazie al ruolo attivo del DoE e del National Institute of Standards and Technology, si lavorerà allo sviluppo di standard aperti finalizzati al miglioramento della connettività e dell’interoperabilità delle smart grid, di concerto con imprese e industria.

detrazione efficienza

Efficienza energetica, il 5% delle famiglie Italiane ha sfruttato il bonus del 55%

L’Enea ha presentato il rapporto annuale sulla detrazione fiscale del 55% per gli interventi di miglioramento dell’efficienza energetica in edilizia: cresce il numero degli italiani che ha usufruito del bonus, grazie al quale nel 2011 sono stati risparmiati oltre 1.435 Gwh di energia.

In particolare, si legge nel rapporto intitolato “Le detrazioni fiscali del 55% per la riqualificazione energetica del patrimonio edilizio esistente” circa il 5,5% del patrimonio edilizio nazionale ha subito un ciclo di riqualificazione energetica (parziale o globale) e circa il 5% delle famiglie italiane ha beneficiato della detrazione del 55%.

In totale, nel 2011 sono state 280.700 le richieste di incentivo, per investimenti complessivi superiori a 3.300 milioni di euro.

risparmio energetico

Efficienza: l’Europa potrebbe risparmiare 250 miliardi di euro l’anno

Con le opportune politiche di efficienza energetica, i Paesi europei potrebbero risparmiare ogni anno un totale di 250 miliardi di euro. La stima proviene dallo studio Ecofys “Saving Energy: bringing down Europe’s Energy prices for 2020 and beyond”, commissionato dall’associazione ambientalista Amici della Terra.

Un risultato che avrebbe significative ripercussioni non solo sul piano ambientale, ma anche dal punto di vista economico, contribuendo, attraverso lo sviluppo della green economy, all’uscita dei Paesi europei dalla crisi che stanno attraversando da anni.

Per raggiungere l’obiettivo, avverte però lo studio realizzato da Ecofys, è necessario che i governi nazionali adottino politiche più stringenti in materia di efficienza energetica e favoriscano il risparmio di energia attraverso incentivi mirati.

certificati bianchi

Efficienza energetica, successo dei Certificati bianchi

Il meccanismo di incentivazione basato sui Certificati bianchi (o Titoli di efficienza energetica) ha permesso di risparmiare una significativa quantità di energia nel corso del 2011. Si deve proprio a questo sistema, in particolare, il 50% dei risparmi conseguiti lo scorso anno.

In termini assoluti, secondo le stime fornite dalla Federazione italiana per l’uso razionale dell’energia (Fire), lo scorso anno i Certificati bianchi hanno permesso di preservare complessivamente 25.000 Gwh di energia. Una cifra destinata a salire ulteriormente, dal momento che proprio dai Tee si attende un contributo pari al 40-45% dell’obiettivo nazionale di risparmio energetico al 2016 (-126.000 Gwh).

Il successo del Certificati bianchi, secondo la Fire, sembra destinato in ogni caso a ripetersi anche nell’anno in corso. Nel solo febbraio 2013, infatti, i Titoli scambiati hanno raggiunto quota 800.000.

Campagna per la diagnosi energetica degli edifici a Milano

Milano: al via campagna provinciale per la diagnosi energetica degli edifici

La Provincia di Milano ha lanciato due progetti per prevenire l’inquinamento atmosferico e lo spreco di energia.

Prima di tutto, sarà presto avviato un monitoraggio delle temperature all’interno degli edifici commerciali, per scongiurare un uso poco sostenibile degli impianti di riscaldamento. Un ispettore ed un agente della Polizia Municipale effettueranno dei controlli al fine di verificare il rispetto di quanto previsto dal Piano provinciale antismog, ossia la riduzione di 1° C della temperatura.

Contestualmente, i condomini potranno usufruire di una diagnosi energetica gratuita effettuata da tecnici abilitati, con l’obiettivo di ridurre del 40-50% gli sprechi nel consumo di gas e tagliare le emissioni. Verranno effettuate almeno 100 diagnosi energetiche gratuite nei condomini centralizzati segnalati dagli amministratori dei Comuni aderenti al Patto dei Sindaci.

enea efficienza

Risparmio energetico in crescita del 17,1%

Secondo il Rapporto sull’efficienza energetica pubblicato dall’ENEA, nel 2011 l’Italia è riuscita a risparmiare complessivamente 57.595 Gigawattora di energia, il 17,1% in più rispetto all’anno precedente.

Anche tra il 20120 e il 2009, precisa l’Agenzia, c’è stato un miglioramento, con un incremento dell’efficienza quantificabile in un punto percentuale. Risultati raggiunti soprattutto grazie alla diffusione sempre maggiore di nuove tecnologie in grado di abbattere i consumi, a cominciare dalle caldaie a condensazione e dai sistemi di solar cooling (raffrescamento solare).

Decisivo, inoltre, il contributo dato dal settore industriale grazie al meccanismo dei Certificati bianchi o Titoli di efficienza energetica, una forma di incentivazione che premia le aziende che promuovono il risparmio energetico. Da registrare, infine, un miglioramento nelle tecnologie del comparto trasporti, anche se la crisi economica ha un po’ rallentato il rinnovo del parco veicoli.

efficienza energetica

Efficienza energetica: l’Italia potrebbe risparmiare 8 miliardi l’anno

Otto miliardi di euro all’anno. Tanto si potrebbe risparmiare in Italia migliorando l’efficienza energetica e riducendo di conseguenza l’importazione di combustibili fossili dall’estero. Lo sostiene una ricerca dell’Università Tor Vergata di Roma, precisando che l’intervento prioritario dovrebbe essere a carico degli edifici.

Gli immobili italiani, da soli, assorbono infatti il 42% dell’energia consumata e sono responsabili del 35% delle emissioni nazionali di anidride carbonica. Va da sé che un intervento complessivo di riqualificazione energetica degli edifici permetterebbe all’Italia di ottenere un importante risultato in termini di risparmio economico e benefici ambientali.

Determinante, in particolare, ridurre gli sprechi legati al riscaldamento, che da solo assorbe il 70% di tutti i consumi di energia del settore domestico. Secondo gli studiosi dell’ateneo romano, infine, occorre uniformare al più presto le norme nazionali in materia di efficienza energetica.

riqualificazione energetica

Milano, al via la riqualificazione energetica degli edifici pubblici

La Provincia di Milano ha avviato un piano di restyling energetico degli immobili di sua proprietà. Sedici i comuni interessati dal progetto, che coinvolge anche quattro EsCO (Olicar, Carbotermo, Evolve e PrimaVera). L’investimento complessivo sarà di 13 milioni di euro, a carico delle stesse Energy service companies interessate.

Gli interventi previsti, spiega la stessa amministrazione provinciale, prevedono l’isolamento degli involucri edilizi, la sostituzione degli impianti termici ed elettrici con l’adozione di micro-cogeneratori e pompe di calore, la realizzazione di impianti solari per la produzione di acqua calda sanitaria e la gestione degli impianti tramite telecontrollo.

Quanto ai comuni coinvolti, ecco l’elenco completo: Basiano, Canegrate, Cesano Boscone, Corsico, Dairago, Gaggiano, Inzago, Masate, Motta Visconti, Paullo, Pregnana Milanese, Rescaldina, Settala, Settimo Milanese, Trezzano sul Naviglio e Vanzaghello.

L’obiettivo del progetto è di ridurre i consumi energetici annui del 35%, con un risparmio di oltre 1,3 milioni di euro.

Copyright © 2012 | tutti i diritti sono riservati | Termini e Condizioni | Privacy Policy