Tag

Treno Verde

Treno Verde di Legambiente. 11 tappe per diffondere la coscienza ecologica

Puntuale come ogni anno, è partito il 26 febbraio il Treno verde di Legambiente, che viaggerà, fermandosi in numerose stazioni italiane, fino al 9 aprile.

Sul Treno Verde quest’anno verrà dato ampio spazio a quattro temi in particolare: smart cities, ecoquartieri, mobilità nuova e stili di vita, che poi sono anche le quattro sfide che si pone il treno dell’associazione ambientalista.

Dopo l’edizione speciale dello scorso anno dedicata all’agricoltura di qualità in occasione di Expo Milano, quest’anno il convoglio ambientalista tornerà ad occuparsi di inquinamento atmosferico e acustico attraverso un nuovo ed innovativo monitoraggio (su rumore e inquinamento atmosferico) per informare i cittadini sul tema; ma anche per promuovere tante buone pratiche a partire dalle città, sempre più esposte ai cambiamenti climatici e soffocate dallo smog. Se il 2015 è stato un anno da “codice rosso” per la qualità dell’aria respirata nei centri urbani, il 2016 sembra non essere, infatti, da meno.

Legambiente

Legambiente: italiani diventano ecocittadini

Secondo Legambiente, gli italiani sono sempre più attenti ai temi ambientali. Questo è quello che emerge dal sondaggio realizzato dalla Lorien Consulting per l’associazione ambientalista, il Consorzio obbligatorio oli usati (Coou), e La Nuova Ecologia, su un campione di 1000 persone.

Otto italiani su dieci si dichiarano disposti a spendere di più per acquistare prodotti e servizi a basso impatto ambientale e sono pronti a impegnarsi per migliorare la qualità ambientale. Non solo. Dalla ricerca realizzata per Legambiente, emerge che i cittadini ritengono ancor più degli anni precedenti che i principali responsabili della salvaguardia dell’ambiente siano loro stessi, il 79%, molto di più del 2014, quando era il 69%.

Cresce, inoltre, la consapevolezza. Il 65% degli intervistati ha chiaro almeno uno dei più recenti fatti d’attualità legati a problemi ambientali; in particolare le emergenze legate al maltempo e al rischio idrogeologico (41%); a seguire il decreto del governo sulle trivellazioni nei mari italiani (18%) e l’introduzione della normativa sugli eco-reati nel codice penale (14%).

A Bi Ci della ciclabilità

A Bi Ci della ciclabilità, in Italia 20 città hanno performance europee

C’è un’Italia che va in bicicletta. Questo è quello che emerge dal rapporto l’A Bi Ci della ciclabilità di Legambiente realizzato in collaborazione con Rete mobilità nuova, e presentato al ministero dell’Ambiente.

Le città italiane in cui le performance di ciclabilità raggiungono il livello europeo sono Bolzano, Pesaro, Ferrara e Treviso che prendono il titolo di capitali della bici.

A queste si aggiungono altre cinque città in cui il 20% degli spostamenti è soddisfatto dalle bici e 11 in cui la percentuale di ciclisti è superiore al 10%.

Secondo il rapporto l’A Bi Ci della ciclabilità, gli italiani sono pronti a pedalare, nel momento in cui si creano le condizioni per farlo ed il numero dei ciclisti è in costante crescita.

”E’ evidente che ritrovare oggi ben 17 città italiane con una mobilità ciclabile che soddisfa tra il 15 e il 30% della domanda di trasporto – osserva Alberto Fiorillo, responsabile aree urbane di Legambiente – testimonia che il ciclismo urbano non è più un fenomeno di nicchia e che la strada aperta da questi Comuni virtuosi concentrati nel nord del Paese può essere positivamente copiata nel resto d’Italia”.

Scarica il Dossier

smog nelle città italiane

Smog: il punto di Legambiente sulle città italiane

Come ogni anno, Legambiente ha monitorato i livelli di smog delle città italiane. Dal rapporto presentato, in occasione dell’avvio della ventiseiesima edizione della campagna “Treno Verde”, risulta che nel 2013 43 città su 91 hanno fatto registrare valori di PM10 superiori ai limiti di legge.

La classifica 2013 vede in testa Torino con 126 giorni di superamento su un massimo di 35 consentiti, seguita da Napoli con 120 e Frosinone che è a quota 112.

“Occorre ripensare i centri urbani, migliorare la qualità di vita e dell’aria significa prima di tutto ripartire dal trasporto pubblico, che si conferma essere un passaggio strategico per il cambiamento dei nostri centri urbani” – ha dichiarato il direttore generale di Legambiente Rossella Muroni.

App "BiciSicura"

Mobilità sostenibile: l’app “BiciSicura” di Legambiente Lazio

Promuovere la mobilità sostenibile ed in particolare quella ciclistica è l’obiettivo del progetto “Sicuro in bici è meglio” sostenuto ed ideato da Legambiente Lazio.

Nell’ambito del progetto è nata, in partenariato con il Centro Interuniversitario di Ricerca per gli Studi sulla Sicurezza Stradale, CRISS, l’app “BiciSicura”. Si tratta di uno strumento in grado di seguire il ciclista e fornire tutte le informazioni per pedalare in sicurezza nella Capitale.

Grazie a “BiciSicura” è possibile selezionare il proprio percorso per tipologia (ad esempio pedonale o ciclistico), fondo stradale ossia tra percorso asfaltati oppure ciottolosi  e difficoltà per godersi nel migliore dei modi la propria pedalata.

Scarica l’app

legambiente comuni rinnovabili

Comuni Rinnovabili: energia pulita nel 98% delle città italiane

Presentata da Legambiente l’edizione 2013 del rapporto annuale Comuni Rinnovabili. Cresce il ricorso all’energia pulita, che viene utilizzata nella quasi totalità delle città italiane: 7.970, pari al 98% del totale.

Aumenta anche il numero dei comuni 100% rinnovabili, che hanno raggiunto quota 27. Si tratta di località in cui un mix di impianti diversi da rinnovabili copre interamente il fabbisogno energetico residenti.

Per quanto riguarda le singole realtà più virtuose, il primo premio di Comuni rinnovabili 2013 è andato alla Cooperativa E-Werk Prad e al Comune di Prato allo Stelvio (BZ), dove 18 impianti rinnovabili soddisfano interamente le richieste della popolazione.

Treno Verde

Treno Verde, fino all’11 aprile in giro per l’Italia

Torna per il venticinquesimo anno Treno Verde, la campagna di Legambiente e
Ferrovie dello Stato che accende i riflettori sull’inquinamento atmosferico e acustico delle maggiori città italiane, promuovendo la mobilità sostenibile.

Treno Verde è realizzato con la partecipazione del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare  e viaggerà da sud a nord per informare e sensibilizzare sulle buone pratiche che privilegiano la mobilità pubblica e sostenibile e che implicano la riduzione delle polveri inquinanti, incontrando studenti, cittadini e amministrazioni.

Sul Treno Verde viaggia anche il laboratorio mobile Qualità dell’Aria di Italcertifer, che in ogni città rileva i dati relativi all’inquinamento acustico e alla qualità dell’aria. vengono raccolte informazioni PM10 e sulle concentrazioni nell’aria di benzene, biossido di azoto, monossido di carbonio, biossido di zolfo e ozono.

Fino all’11 aprile il Treno Verde toccherà 8 città: Bari, Reggio Calabria, Salerno, Roma, Firenze, Bologna, Milano, Torino.

comuni ricicloni

I Comuni Ricicloni della Campania

In Campania più di 200 Comuni sono stati premiati nel corso dell’ottava edizione del premio annuale di Legambiente, presso l’Hotel Ramada di Napoli. Sono tutte amministrazioni che hanno raggiunto nel 2011 livelli di raccolta differenziata tali da meritarsi il titolo di Ricicloni.

Trionfatori dell’edizione di quest’anno sono i comuni della provincia di Salerno, che vede le sue amministrazioni aggiudicarsi il primo posto in tutte le classifiche di Comuni Ricicloni.

Partiamo dai capoluoghi di provincia, tra i quali, grazie al 68,32% di raccolta differenziata raggiunto, la maglia rosa va proprio al comune amministrato dal sindaco De Luca, Napoli è invece ultima con il 18,04%. Nel mezzo si collocano Benevento con il 62,33% e Avellino con il 54,01%.

Ma i vincitori assoluti sono Atena Lucana, Roccadaspide e Felitto, comuni che hanno raggiunto il traguardo del 90% di raccolta differenziata, tutti comuni della provincia di Salerno.

carpooling

Il Carpooling di Legambiente

Da meno di un mese, anche Legambiente offre un servizio di carpooling sul proprio sito. Per accedere direttamente è possibile cliccare su carpooling.legambiente.it, che è uno strumento di condivisione aperto a tutti sia soci che non.

Come per tutti gli altri portali di carpooling, occorre registrarsi e scegliere di fare richiesta come passeggero o come conducente, anche se non è esclusa la possibilità di inserire il proprio nome in entrambe le categorie.

La novità del servizio di condivisione delle auto offerto da Legambiente.

è quella che è stata denominata “opzione rosa”, ovvero la possibilità per le donne, che vogliono mettere a tacere tutti i propri timori, di scegliere un’altra o più donne come uniche compagne di viaggio.

Il carpooling promosso dall’associazione ambientalista prevede anche la possibilità per i conducenti di richiedere al passeggero un contributo per le spese legate agli spostamenti.

puliamo il mondo

Puliamo il Mondo compie 20 anni

Torna, dal 28 al 30 settembre, “Puliamo il Mondo”, una delle più conosciute campagne messe in campo da Legambiente.

Un ‘appuntamento importante che quest’anno acquista maggiore significato, poiché la campagna ambientalista compie 20 anni e per l’occasione Legambiente ha deciso di dedicare un’attenzione particolare a tre città italiane dal riconosciuto valore artistico e culturale: Paestum, Roma e Venezia.

Anche quest’anno, grazie a “Puliamo il Mondo”, centinaia di volontari, armati di kit inviato dall’associazione ambientalista, si dedicheranno, per due giorni, alla pulizia delle proprie città dai rifiuti.

“Puliamo il Mondo” si inserisce nella più vasta campagna “Clean up the world”, che vede coinvolti ben 80 paesi di tutto il mondo.

Scopri chi ha aderito.

Copyright © 2012 | tutti i diritti sono riservati | Termini e Condizioni | Privacy Policy