Puntuale come ogni anno, è partito il 26 febbraio il Treno verde di Legambiente, che viaggerà, fermandosi in numerose stazioni italiane, fino al 9 aprile.

Sul Treno Verde quest’anno verrà dato ampio spazio a quattro temi in particolare: smart cities, ecoquartieri, mobilità nuova e stili di vita, che poi sono anche le quattro sfide che si pone il treno dell’associazione ambientalista.

Dopo l’edizione speciale dello scorso anno dedicata all’agricoltura di qualità in occasione di Expo Milano, quest’anno il convoglio ambientalista tornerà ad occuparsi di inquinamento atmosferico e acustico attraverso un nuovo ed innovativo monitoraggio (su rumore e inquinamento atmosferico) per informare i cittadini sul tema; ma anche per promuovere tante buone pratiche a partire dalle città, sempre più esposte ai cambiamenti climatici e soffocate dallo smog. Se il 2015 è stato un anno da “codice rosso” per la qualità dell’aria respirata nei centri urbani, il 2016 sembra non essere, infatti, da meno.