Potenziare il turismo sostenibile in vista dell’Expo di Milano. La proposta parte dalla Campania, in particolare da Anea (Agenzia Napoletana Energia e Ambiente), che presenterà il proprio progetto/studio in questo settore, durante il prossimo EnergyMed, che si terrà a Napoli dal 9 all’11 aprile.

Secondo Anea, attraverso interventi su illuminazione, realizzabili grazie all’istallazione di Led, sensori di rilevamento per l’accensione e multi prese intelligenti, per lo spegnimento degli stand-by di apparecchiature, un albergo 4 stelle medio può abbassare l’attuale spesa annua in elettricità, stimata in circa 70.200 euro, del 40%. Tale percentuale può arrivare al 45%, se si aggiungono interventi ai motori degli ascensori, con un innovativo sistema di controllo di riduzione del consumo nella fase di stand-by.

Il turismo sostenibile si misura anche sul fronte dei rifiuti. L’introduzione di dispenser per marmellate e colazione o per acqua e sapone, permettono di ridurre la produzione stessa di rifiuti.

Lo studio/progetto di Anea prevede, inoltre, accordi con Comuni e Regione per la promozione del servizio di Car Sharing elettrico o di mezzi pubblici a bassa emissione, per andare incontro alle esigenze dei più attenti al turismo sostenibile.